Le pagine dell’olio su “Vitae”

vitae 1Il primo numero della rivista ufficiale dell’Ais, l’Associazione italiana sommeliers, ospita la firma dell’oleologo Luigi Caricato. Il numero di esordio, datato marzo 2014, è stato presentato al Vinitaly e riserva uno spazio autorevole e per nulla marginale all’olio, con un articolo di ben sei pagine, tra vtesto e illustrazioni, dal titolo “Un piano Marshall per l’olio da olive”. Vi riportiamo un passaggio, quello conclusivo, dell”articolo:

Ciò che mi piace e apprezzo di più di Ais – rispetto a realtà analoghe del mondo dell’olio, ma non altrettanto determinanti – è la visione popolare che la contraddistingue. L’aver aperto a un pubblico vasto, molto spesso di non addetti ai lavori, è stata la carta vincente. Ed è quanto è necessario compiere anche sul fronte dell’olio, dove ci si sta invece impaludando, inchiodandosi sui tecnicismi, ma senza aver finora consentito quel salto di qualità verso una cultura diffusa – appunto: popolare – da compiere il prima possibile, in modo da rigenerare il vetusto mondo dell’olio e salvarlo dalle proprie ombre.
Ci vuole un “piano Marshall” per l’olio da olive, ecco cosa occorre. Un piano che serva a restaurare, ringiovanire e rilanciare un comparto che non ha più energie per andare avanti. Più che risorse economiche, servono studio, buona volontà, ottimismo, tante idee e una sana creatività.

Questa voce è stata pubblicata in News. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *